La patria del Gattopardo

 

“Quello che e’ avvenuto in queste ore non e’ che l’epilogo naturale di una vicenda il cui unico obiettivo e’ la gestione del potere in Sicilia. E da questo punto di vista la candidatura “unitaria” di Lombardo sancisce la perfetta continuità con il precedente governo di centrodestra”. “Si tratta della conferma di una concezione del potere fatto di occupazione della pubblica amministrazione, di clientele, di inefficienze e di sprechi. Oggi tutto e’ uguale a ieri: Lombardo come Cuffaro. Per noi non cambia nulla. Lo sapevamo e ce lo aspettavamo: si conferma ancora più forte la necessita’ di un cambiamento per la nostra isola e oggi sono ancora più convinta che accanto a noi ci saranno le risorse piu’ sane, le forze piu’ oneste, i talenti più brillanti, le donne e i giovani della Sicilia”.

Così Anna Finocchiaro, candidata del centrosinistra per la Regione Siciliana, ha commentato la scelta di Raffaele Lombardo come candidato unico della destra siciliana.

Lombardo=Cuffaro è il messaggio che lancia la Finocchiaro, Lombardo è peggio di Cuffaro è quello vogliamo lanciare noi!

Se in comune, i due vecchi manniniani hanno, infatti, i guai giudiziari e la politica incentrata sul clientelismo , di certo non si può dire che Cuffaro sia mai sceso a patti con il diavolo per qualche poltrona, come fece Lombardo, che nel 2006 si presentò alle elezioni con una lista unica assieme alla Lega Nord!

Cambiare tutto per non cambiare nulla disse il Gattopardo! Cambiare per peggiorare è la variante del 2008.

La Sicilia ai Siciliani, mai ad un Lombardo!

Coerente con il padrone

Ed alla fine dopo tante chiacchiere anche Miccichè si è chinato al volere del padrone.

Cosa resta di questa vicenda: tanta propaganda e pure riuscita.

Complimenti alle menti che hanno partorito questa campagna pubblicitaria per Miccichè!

Dai commenti sul sito di Miccichè:

CRIBBIO CHE COERENZA!

  • “Non mi farò convincere a fare qualcosa che possa aiutare il cuffarismo a sopravvivere” (Miccichè 19 febbraio 2008)
  • “Il mio è un sogno che non intendo abbandonare.”(Miccichè 19 febbraio 2008)
  • “Vi confermo che, comunque vadano le cose, sarò schierato contro il cuffarismo.”(Miccichè, 20 febbraio 2008)
  • “Dobbiamo prometterci fermezza reciproca! Io prometto.” (Miccichè, 20 febbraio 2008)
  • “Non ne posso più di stare dentro i palazzi del potere che mi stanno togliendo la salute, ma non la grinta né la voglia di andare avanti fino in fondo!” (Miccichè, 23 febbraio 2008)
  • “Ho parlato con il Presidente Berlusconi ed ha capito il perché della mia battaglia VERA contro il metodo del “cuffarismo”, gli ho chiesto di non provare nemmeno di trattare ed invece di sposare la nostra battaglia e schierarsi con noi.” (Miccichè, 21 febbraio 2008)
  • “Sono con voi per la sfida, dura ma possibile, contro i nemici della Sicilia e contro gli amanti degli affari loschi!” (Miccichè, 21 febbraio 2008)

ASPETTIAMO LE PROMESSE DA PROSSIMO MINISTRO.

Uolter Ueltroni Facts

Hai visto la luce, o era Uolterueltroni?


Un grande ha creato un blog dove sono raccolti tutti i Walter Veltroni facts o meglio i Uolter Ueltroni facts ! 😀

Se volete fare 4 risate correte a visitarlo http://uolterueltroniisonmymind.splinder.com

 

Una chicca come anticipazione:

Uolter ha promesso in caso di vittoria di allungare la fine settimana.

Si lavorerà due giorni poi, dal mercoledì alla domenica, festa per tutti.

Yes, Wee Kend.

😀

Appello in sostegno della Sinistra Arcobaleno

 

Quanto comincia e quanto finisce un ciclo terribile nella politica italiana e siciliana? Mai. Cioè è sempre tempo di sfide più o meno difficili, a parte quei due o tre referendum ogni tanto ad allentare la tensione o a quelle sfide impossibili in cui sembra di scalare l’Everest con le mani. Una di queste è alle porte. Iniziamo una partita conto la Cdl siciliana, quelli del 61 a zero, delle vittorie con il 60%. Una specie di squadra imbattibile. In cui si ritrovano con l’imbarazzo della scelta su chi candidare. Su chi mandare a Roma o su chi posteggiare negli Enti locali. Una “banda degli onesti” in cui Gianfranco Miccichè accusa a Cuffaro di essere mafioso e Cuffaro accusa Miccichè di essere un drogato. Le cronache(più o meno recenti) danno ragione ad entrambi. Tutto questo con la supervisione divina del sommo cavaliere. La sinistra è una squadra terrena, che nulla ha a che vedere con gli extraterrestri. Ed è come ci piace che sia,aderente alla sofferenza della sua terra, della sua gente, dei suoi militanti, del suo tessuto sociale, economico e civile. Uomini e donne di questo mondo insomma. E per questo capaci di tutto. Squadra di combattenti, gente leale, onesta, coraggiosa, dunque in grado di opporsi a qualunque avversario. La realtà dice che, cannoli o no, il centro destra è favorito nella corsa alla poltrona più alta di Palazzo D’Orleans, ma tra l’essere favoriti e la vittoria finale c’è di mezzo la voglia di un popolo di cambiare. Come sempre chiuderemo gli occhi, tireremo un sospiro profondo e ancora una volta dimenticheremo sconfitte e delusioni. Rimetteremo in moto la nostra macchina e la nostra passione farà il resto. Perché non c’è rassegnazione, perché si riconosce nella nostra storia la capacità di lottare, di battersi, di resistere contro chiunque e di sapersi far rispettare. Lo diciamo agli amici del PD e ai nemici della CDL che nelle poche certezze di questa tornata elettorale è che noi ci saremo. A Sinistra. Per la strada. Come sempre.

Volete stare al nostro fianco?

Gaetano Alessi (Raffadali)- Sinistra Arcobaleno
gaetanoalessi@libero.it

www.gaetanoalessi.blogspot.com

13-14 Aprile election day in Sicilia

Il Governo Regionale ha stabilito che la data delle elezioni regionali coinciderà con quella delle elezioni Politiche: si voterà il 13-14 Aprile.

Nel centrodestra continuano le liti tra le varie anime con Lombardo che sembra aver chiuso l’accordo per essere il candidato unico e Miccichè che insiste e non ritira la propria candidatura.

Nel centroSinistra sembra delinearsi quello che avevamo auspicato: una forte squadra che vede in Anna Finocchiaro, Rita Borsellino e Rosario Crocetta, i volti nuovi a cui affidare la rinascita della nostra terra.

Da giorni c’è un interrogativo che mi pongo e che vorrei condividere con gli amici del Pd, che non hanno voluto l’alleanza con la Sinistra l’Arcobaleno alle Politiche: come faremo a spiegare alla gente che per le Regionali siamo alleati, mentre alle Politiche siamo avversari? Come li organizziamo i comizi? Ognuno per conto proprio? Oppure dalle 21 alle 22 facciamo quello per le Politiche separati e subito dopo ci incontriamo per quello delle Regionali?

Finocchiaro ok, adesso ticket ed unità!

“Voglio dare al mio partito, la mia disponibilità a correre per diventare governatore della Sicilia. Lo voglio fare nell’unità del centrosinistra e se Rita Borsellino sarà con me”. Anna Finocchiaro. 16/02/2008

Vediamo se questa battaglia possiamo farla tutti assieme!

Aborto, si vuol tornare indietro di 30 anni?

 

 

Tra campagne, richieste di moratorie, liste pro-life ed una forte ingerenza della Chiesa nei confronti dello Stato Italiano, succede che martedi 11 febbraio, degli agenti di Polizia facciano irruzione nella clinica ostetrica del Policlino II di Napoli, contestando ad una donna il reato di “feticidio”. Non solo questo reato non esiste, ma la donna stava abortendo in seguito ad una malformazione fetale e quindi nel totale rispetto della legge Italiana.

Nonostante grazie alla 194, nel tempo, il numero di aborti sia costantemente calato, toccando il minimo storico nel 2006, c’è ancora chi mette in dubbio la legge italiana che disciplina l’aborto.

Ma si vuole veramente tornare indietro di 30 anni? Molte donne stanno manifestando la loro contrarietà.