Aborto, si vuol tornare indietro di 30 anni?

 

 

Tra campagne, richieste di moratorie, liste pro-life ed una forte ingerenza della Chiesa nei confronti dello Stato Italiano, succede che martedi 11 febbraio, degli agenti di Polizia facciano irruzione nella clinica ostetrica del Policlino II di Napoli, contestando ad una donna il reato di “feticidio”. Non solo questo reato non esiste, ma la donna stava abortendo in seguito ad una malformazione fetale e quindi nel totale rispetto della legge Italiana.

Nonostante grazie alla 194, nel tempo, il numero di aborti sia costantemente calato, toccando il minimo storico nel 2006, c’è ancora chi mette in dubbio la legge italiana che disciplina l’aborto.

Ma si vuole veramente tornare indietro di 30 anni? Molte donne stanno manifestando la loro contrarietà.

Annunci

Una Risposta

  1. Non commettere atti che non siano puri
    cioè non disperdere il seme.
    Feconda una donna ogni volta che l’ami, così sarai uomo di fede:
    poi la voglia svanisce ed il figlio rimane
    e tanti ne uccide la fame.
    Io, forse, ho confuso il piacere e l’amore,
    ma non ho creato dolore.

    Da “Il testamento di Tito” di F. De Andrè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: