Alleanza Di Pietro – Pd

Veltroni si toglie l’etichetta di Forrest Gump e decide che non correrà più da solo, il Pd infatti ha chiuso l’accordo con l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro.

Ma Di Pietro chi?

Quello che ha votato contro l’indulto, scendendo anche in piazza per protestare (giustamente, ma questa è un’altra storia), quando il PD ha votato a favore.

Quello che ha votato contro lo scioglimento della società stretto di Messina, proposta dalla maggioranza, Pd in testa.

oppure

Quello che ha dimenticato il contenuto del programma dell’Unione, da lui sottoscritto nel 2006, votando contro l’istituzione della commissione parlamentare d’inchiesta sul g8 del 2001 a Genova? Salvo poi piangere sul latte versato, quando si è reso conto di aver fatto una grossa gaffe, soprattutto nei confronti dei suoi elettori.

Quindi il Pd avrebbe più affinità con Di Pietro che con la Sinistra. Ne prendiamo atto.

Annunci

Forza Fabio!

Trapianto di rene per Mussi, decorso normale

ROMA – Il Ministro dell’Università e della Ricerca on. Fabio Mussi è stato sottoposto nella giornata di ieri ad un intervento di trapianto renale. L’intervento non ha avuto complicazioni. Il decorso post-operatorio è normale. Lo rende noto il ministero dell’Università. L’intervento chirurgico, secondo quanto si è appreso è stato effettuato presso gli ospedali riuniti di Bergamo.

Un grosso in bocca al lupo ed un augurio di pronta guarigione a Fabio Mussi, coordinatore Nazionale di Sinistra Democratica.

Forza Fabio! La Sinistra ha bisogno di te!

Sondaggi e volontà

Ecco un nuovo sondaggio che conferma che la scelta di Walter “Forrest Gump” Veltroni di correre da solo, aiuterà Berlusconi a vincere il premio di maggioranza nazionale alla Camera e, probabilmente, anche la totalità di quelli regionali al Senato, consegnando di fatto l’Italia a Berlosco, che non avrà nemmeno problemi di maggioranze risicate al Senato.
Ma ai 4 Partiti che compongono la Sinistra l’Arcobaleno, manca veramente la cultura di Governo, come sostenuto dal Pd?
Sinistra Democratica è formata da gente che ha militato nei Ds (come Veltroni), ma che non ha voluto cancellare la parola Sinistra dal proprio bagaglio politico e culturale, rifiutando di aderire al Pd.
I Verdi sono sempre stati forza di governo, in Italia così come all’estero (vedi Germania)
Il PRC fece il grande errore di far mancare la fiducia al Governo Prodi I nel ’98(anche se non c’era accordo politico-programmatico, ma solo di desistenza), però in questi 20 mesi di Governo ha dimostrato di aver superato quel periodo, arrivando ad espellere Turigliatto dal Partito, cosa che lo stesso Veltroni avrebbe dovuto fare ( ma che invece non ha fatto) con la Binetti, che votò contro la fiducia a Prodi, in Senato.

Il Pdci è nato da una scissione del PRC, proprio nel momento in cui Bertinotti fece mancare la fiducia al Governo Prodi e quindi proprio per rimarcare la propria cultura di Governo.

Se si aggiunge che tutto il trambusto arriva proprio ora che si stavano mettendo di lato vecchi simboli del passato, non si capisce perchè in tutti i Paesi Europei esista una grande forza di Sinistra, di Governo, e solo in Italia non si possa avere!

E perchè non un ticket Finocchiaro-Borsellino?

Le primarie fra questi 2 ottimi candidati per la Presidenza della Regione Siciliana sarebbero il massimo, ma visto che per mancanza di tempo(?) non si possono (o non si vogliono) organizzare, perchè non pensare ad un ticket fra le 2 candidate, con l’inclusione, nella squadra di Governo, degli altri validi nomi che sono circolati in questi giorni, come Rosario Crocetta e/o Claudio Fava.
Sperando sempre che qualcuno non decida per un suicidio politico anche a livello regionale, perchè se si andasse separati anche in Sicilia, scelta caldeggiata da qualche esponente nazionale del Pd, e non si approfittasse dei conflitti interni del centrodestra siciliano, ci sarebbe veramente da piangere.

Walter vuoi veramente regalare l’Italia a Berlosco?

Ormai sembra deciso, il PD di Walter Veltroni ha scelto, unilateralmente, che alle prossime elezioni correrà da solo.

Nonostante vari tentativi da parte della Sinistra L’Arcobaleno, non ultima una lettera in cui si sottolinea la lealtà con la quale si stativissuti questi 20 mesi di Governo, il segretario del Pd sembra inflessibile.

Sembra che tutti i problemi del CentroSinistra si possano additare alla Sinistra della coalizione!

Ben ha fatto Prodi a chiedere la parlamentarizzazione della crisi di governo, così almeno gli Italiani (…Veltroni è americano…) si sono resi conto di quali siano stati i traditori del Governo: il ceppalonico Mastella ed i centristi dei partiti fai-da-te, figli della nascita del PD: i Liberaldemocratici di Dini, L’Unione Democratica di Bordon e Manzione, l’ex An (sponsorizzato Rutelli) Fisichella.

Il democratico Walter dovrebbe spiegare, poi, come faccia a sentire disagio solo a Sinistra, quando è pronto a ricandidare l’opusdeista Binetti che è arrivata a votare contro la fiducia al Governo Prodi, cosa che in 20 mesi di Governo non è mai successo nei partiti della Sinistra.

Per assurdo, tutto questo trambusto arriva proprio nel momento in cui la Sinistra si è finalmente unita e sta cercando di mettere di lato i vecchi legami con il passato.

Dal mio canto non voglio regalare, senza battermi, la vittoria a berlosco ed auspico, fino alla fine, in un accordo con il Pd (la speranza è l’ultima a morire).

Ma è possibile che un anno fa stavo in un partito, che hanno scelleratamente cancellato, e pur di restare a Sinistra (dov’ero!), mi ritrovi con il rischio di finire addirittura in coalizioni diverse rispetto a compagni con i quali ho condiviso tante battaglie?

 

Ultimora: Sondaggio SWG: con una “Nuova Unione” (Centro-Sinistra unito senza Mastella e senza Dini) il centro-destra perderebbe 2 punti, e lo svantaggio sarebbe solo del 4% (berlosco l’altra volta stava molto più indietro…).

Bravo Veltrò, sei un genio…