Con la nostra petizione “Anna restati cca” siam finiti su Repubblica!

La petizione “Anna restati cca” promossa da lefteca.wordpress.com e Suchende, continua a riscuotere un discreto successo mediatico. Dopo Agrigento Notizie, la notizia è finita sull’edizione di Palermo di Repubblica sia cartacea che online. Anche l’Espresso Local ed il giornale elettronico Normanno riprendono la notizia.

Il successo mediatico non va molto a braccetto con quello numerico delle firme, in quanto arrivano segnalazioni di problemi tecnici con il form della petizione. Dopo aver firmato accertatevi che il vostro nome compaia nella lista delle firme, se non compare ripetete la procedura da capo.

(per una migliore visualizzazione clicca sull’ immagine)

Anche Roma va alla destra

Con la netta sconfitta di Francesco Rutelli a Roma, si conclude con la ciliegina sulla torta il capolavoro del Pd

Il centrosinistra riesce a riabilitare il candidato post (o neo?) fascista che nel 2006 si era fermato al 37% dei consensi, (e questo sta ad indicare che una speranza futura c’è anche per la Sicilia 🙂 )

Qualcuno addita la sconfitta di Rutelli al mancato sfondamento al centro del candidato del Pd. Lo stesso Rutelli indica nella ventata di destra il male che ha fermato la sua corsa.

Visti i risultati della Provincia della stessa Roma, pare che il vento abbia colpito solo nel momento in cui si metteva la croce per le Comunali e che Zingaretti sia diventato improvvisamente uomo di centro!!

Molto più realisticamente, la gente vuole una chiara alternativa al sistema del centrodestra. Vuole uomini che non strizzino l’occhio dall’altra parte e che siano alternativi al berlusconismo-pdllismo. Non si riescono a spiegare in un altro modo, gli oltre 60mila che hanno votato Zingaretti, ma non Rutelli.

C’è bisogno di un nuovo centrosinistra che sappia unire e non dividere. Magari non tutti i mali vengono per nuocere, dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fior.

Nel frattempo qualcuno si è inventato questa, diamogli una mano, mica ha torto!

Mercato del voto in Sicilia

La prima puntata della nuova serie di Exit, andata in onda su La7, è stata dedicata alla situazione elettorale in Sicilia, dove l’Mpa di Raffaele Lombardo (neogovernatore della Regione Sicilia), ha stravinto battendo la candidata del centrosinistra Anna Finocchiaro.

Il video, oltre a fare una panoramica della situazione, ha documentato il “mercato del voto” che è stato fatto durante questa campagna elettorale.

Il servizio non è nè una caricatura, nè propaganda, ma è lo specchio di come si fa politica nella nostra terra. Dove non conta essere stati condannati a 5 anni per favoreggiamento a singoli mafiosi o aver ridotto all’osso una sanità, dove persino i muri sono politicizzati. Conta solo fare “i favori” e mostrarsi con un bel sorriso nelle case della gente che “oggi-domani un concorso, si può sempre avere di bisogno”.

In questi giorni si da la caccia a chi ha più colpe per la disfatta del centrosinistra siciliano, noi siamo orgogliosi degli 866.044 voti raccolti da Anna Finocchiaro, 866.044 voti liberi e per il cambiamento, contro il clientelismo e contro le collusioni, per il riscatto della nostra terra per il buon governo. Si riparte da qui.

Per visualizzare il video cliccate sull’immagine oppure cliccate qui

LA STORIA NON SI CANCELLA!

25 aprile:

cosa c’è da revisionare?

di Andrea Camilleri
Un senatore, persona assai vicina al presidente Berlusconi, poco prima del voto, ha dichiarato che si sarebbe adoperato perché, nei libri di storia, almeno in quelli a uso scolastico, il «mito» del 25 aprile, cioè della Liberazione, venisse opportunamente ridimensionato.

Non è il primo e, certamente, non sarà l’ultimo a manifestare questo proposito. Che equivale, esattamente, a voler ridimensionare il Risorgimento. Il Risorgimento non è un mito, ma un fatto, come lo sono la Resistenza e la Liberazione.

Gli eventi storici che portarono alla Resistenza sono così semplici da essere assolutamente incontrovertibili, non possono essere né revisionati (la Storia non è un’automobile alla quale rilasciare tagliandi di validità a scadenze stabilite) né ridimensionati. Dopo l’ignominiosa fuga del re e di Badoglio da Roma, gli italiani e le forze armate italiane furono abbandonate a se stesse e il nostro paese venne militarmente occupato dai soldati di Hitler. Allora furono in molti a ribellarsi a questa occupazione diventando partigiani, combattenti per liberare la Patria dallo straniero.

Si trovarono fianco a fianco comunisti, socialisti, cattolici, liberali, uomini del partito d’azione, ufficiali dell’esercito, graduati, soldati, senza partito, reduci dai vari fronti.

Fu un movimento del tutto spontaneo e popolare. Solo dopo, solo quando il fantoccio Mussolini creò la Repubblica di Salò, la guerra di Liberazione divenne anche lotta contro i repubblichini che avevano così entusiasticamente affiancato i nazisti, autori d’innumerevoli stragi contro la popolazione inerme.

Non si trattò di una guerra civile, come affermano alcuni storici, e se lo fu in parte questo avvenne come conseguenza dell’intervento dei fascisti. I partigiani hanno segnato una pagina gloriosa della nostra storia. Hanno permesso che l’Italia si riscattasse dalle colpe del fascismo, prime tra tutte le leggi razziali, e riacquistasse la sua dignità di nazione. Hanno fatto sì che nascesse uno Stato democratico, hanno fatto sì che si potesse scrivere una Costituzione alla stesura della quale hanno contribuito tutti i rappresentanti delle diverse volontà popolari.

Hanno fatto rinascere l’Italia. Che c’è da revisionare?

Testo scritto per la rivista «Il Salvagente»

fonte: www.unita.it

Passi in avanti…

1) Anna Finocchiaro ha scelto di guidare l’opposizione all’Ars, ma a quanto riporta la stampa sembra una decisione momentanea di 90 giorni, in attesa che i vertici del Pd decidano dove meglio collocarla, le prospettive al momento non sembrano buone.
La petizione ha dunque 90 giorni per convincere Anna Finocchiaro ad accettare il seggio all’Ars, farebbe felice anche un pò di gente Piddina della Romagna

2) La notizia della petizione è stata ripresa con una nota da Agrigento Notizie

ed è rimbalzata anche su Google News

3) Lefteca finisce nella dashboard di WordPress come uno dei blog della community che sta crescendo più in fretta

Piccole soddisfazioni in un periodo di cocenti delusioni.

(per una migliore visualizzazione clicca sulle immagini)

Anna restati ccà!! Petizione-appello per chiedere ad Anna Finocchiaro di scegliere la Sicilia

lefteca.wordpress.com e Suchende promuovono la petizione-appello ad Anna Finocchiaro affinché resti in Sicilia a guidare l’opposizione all’Ars e non opti per il seggio in Senato


Noi Elettori Siciliani del CentroSinistra

Al risveglio dal doppio voto, regionale e nazionale, ci ritroviamo a fare i conti con una doppia sconfitta che ci pone all’opposizione in tutte le sedi istituzionali che ci riguardano. In particolare in Sicilia abbiamo subito una sconfitta senza paragoni, che ci pone in difetto anche con i nostri stessi risultati del 2006 e che ci porta al minimo storico.

Per la situazione che si è venuta a creare è ben chiaro che quella che si prospetta non sarà un’opposizione facile da fare, ma di certo, non per questo si possono ammainare le vele e sventolare bandiera bianca, perché questo significherebbe lasciare la nostra regione nelle mani di un centrodestra, che già si mostra in tutta la sua spavalda arroganza per la spartizione degli incarichi, e di un Lombardo, la cui storia politica e giudiziaria suggerisce una condotta non certo migliore del suo predecessore Cuffaro.

E’ per questo che per comporre e guidare questa opposizione abbiamo bisogno di Donne e Uomini forti ed imperterriti nel difendere e migliorare le sorti di questa nostra Sicilia, Donne e Uomini d’esperienza ed in gamba, come Anna Finocchiaro, che siano capaci di combattere anche le più dure battaglie.

Ed è proprio ad Anna Finocchiaro che, noi tutti, chiediamo di accettare il seggio che le spetta di diritto all’Ars e di guidare il fronte dell’opposizione a nome anche di tutte quelle forze di Sinistra che ad oggi non sono rappresentate negli organi istituzionali siciliani e nel rispetto degli 866.044 Siciliani che hanno creduto in un progetto, sostenendolo con il proprio voto.

FIRMA ANCHE TU

http://www.firmiamo.it/annarestaticca

Promuovi la petizione ed inviala agli indirizzi email di Anna Finocchiaro:

info@annafinocchiaro.it

finocchiaro_a@posta.senato.it

P.s. Arrivano segnalazioni di problemi tecnici con la petizione, dopo aver firmato accertatevi che il vostro nome compaia nella lista delle firme, se non compare ripetete la procedura da capo.

A tutti i blogger: Attenzione ai contatori di visite “truccati”

Per una volta posto un articolo OT.

Girando sui blog troppo spesso sento squillare l’allarme del mio antivirus gratuito.

Il motivo mi era oscuro, fino a quando non mi sono imbattuto in questo articolo.

Va detto immediatamente che occorre fare molta attenzione a chi sventola le bandiere del “servizio gratuito” “contatore free” “contatore di visite gratuito”. Spesso dietro a queste bandiere si nasconde il teschio di pubblicità a suon di dialer, popup e active-x PARTICOLARMENTE PERICOLOSI PER I VISITATORI.
Occorre valutare attentamente la scelta di un contatore gratuito. Prima di tutto la serietà…

Quindi moltissimi blog diffondono virus (magari ad insaputa dell’amministratore del blog), ed il motivo è un CONTATORE DELLE VISITE “TRUFFALDINO”.

Il tutto è stato ovviamente testato, quindi ripeto FATE ATTENZIONE!!!