Go Obama!

Visto che John McCain, il successore diretto delle politiche guerrafondaie di Goerge Bush, lo ha definito persino Socialista, facciamo ancora più il tifo per Barack Obama che oltre al gingatesco passo avanti dal punto di vista razziale, può rappresentare un vero cambiamento nelle politiche americane e mondiali.

In Sicilia si sta bene!

In Sicilia si sta bene, si sta troppo bene, anzi benissimo!… e per questo si vota destra!

Si sta talmente bene che tutti i leader del centrosinistra,grazie al proprio contributo al benessere, saranno confermati in blocco anche dopo queste elezioni Wink

Viva la Sicilia!!


Alle elezioni provinciali nel collegio di Agrigento, vota “La Sinistra”, vota Gaetano Alessi

Riceviamo e molto, molto volentieri pubblichiamo:

Agli amici di:
1) Agrigento
2) Aragona
3) Cattolica Eraclea
4) Comitini
5) Joppolo Giancaxio
6) Lampedusa e Linosa
7) Montallegro
8 ) Porto Empedocle
9) Raffadali
10) Realmonte
11) Santa Elisabetta
12) Sant’Angelo Muxaro
13) Siculiana

Noi svendiamo la nostra onestà troppo facilmente, ma in realtà è l’unica cosa che abbiamo, è il nostro ultimo piccolo spazio. All’interno di quel centimetro, siamo liberi. Gli anni passati insieme ai miei fratelli, ai miei compagni, alla mia famiglia a difendere quel centimetro sono gli anni più belli della mia vita. Non importa le facce di scherno subite ad ogni sconfitta, non importa gli amici perduti. Noi abbiamo difeso le nostre idee e di questo non dobbiamo chiedere scusa a nessuno. Magari tutto di noi finirà, verremo dimenticati dal tempo, saremo sostituiti, ma non resteremo mai soli e non cederemo quell’ultimo centimetro. Un centimetro è piccolo ed è fragile, ma è l’unica cosa al mondo che valga la pena di avere. Non dobbiamo mai perderlo, o svenderlo. Non dobbiamo permetterlo che c’è lo rubino. La nostra vita è tutta lì. La differenza tra noi e loro non si sviluppa nelle aule giudiziarie, ma in quel centimetro. La nostra scelta di vivere e la loro di lasciarsi vivere.In quel centimetro sta il nostro futuro e con ogni probabilità quello del posto in cui viviamo o da cui veniamo. Per questo motivo a breve saremo chiamati a fare delle scelte, che faremo in nome e per conto di quell’ultimo centimetro….

Mi hanno chiesto di mettere un mattone nella (ri)costruzione della Sinistra nella nostra provincia.

Mi hanno chiesto una candidatura nella lista “La Sinistra“. A sostegno di Renato Bruno.

Una corsa “folle”, solo per riaffermare la voglia di una politica fatta per il piacere e la passione di stare in mezzo la gente, non 15 giorni l’anno, ma ogni giorno, tramite i gesti, la voce, la scrittura o il web.

Una scelta “inutile” secondo i nuovi canoni della politica che vuole che ogni gesto e azione sia mirato al “potere per il potere”.

Utile, se si vuole che ogni cosa sia legata ad un senso di partecipazione democratica, che porti a rivedere nella politica un mezzo che serve a riaffermare idee, non padroni.

Io ho tutto da perdere da una scelta del genere, compresa la tranquillità che mi sono riconquistato nel mio anno bolognese.

Ma ancora sento come un offesa aver lasciato la mia terra in mano a corsari privi di ogni amore per chi vive in Sicilia.

M’intristisce essere rappresentato da mangiatori di cannoli…

M’indispettisce l’apatia che sembra aver toccato il cuore di tanti uomini e donne che non hanno più nenche la voglia d’indignarsi.

Dato che “delegare agli altri” non mi è mai piaciuto e vivo nella convinzione che ognuno di noi deve combattere in prima persona le battaglie….Io sono qui…

A te che leggi queste righe, che mi conosci di persona, o perchè mi hai letto, o per aver sentito dire, a te, che conosci la mia vita tramite il blog gaetanoalessi.blogspot.com, a te chiedo di valutare questa candidatura… Da cui non trarrai alcun vantaggio se non quello di un voto dato in libertà

Comunque sia…buona vita e difendi sempre il tuo ultimo centimetro ..

Gaetano Alessi

338 9335728

msn gaetanoalessi@live.it

A te che non appartieni ai comuni del collegio, a te chiedo d’impegnarti in prima persona per cambiare lo stato di cose presenti.

Ricordati,alla fine di tutto dormiremo nel letto che ci siamo preparati…

Renato Bruno Presidente della Provincia di Agrigento

Mercato del voto in Sicilia

La prima puntata della nuova serie di Exit, andata in onda su La7, è stata dedicata alla situazione elettorale in Sicilia, dove l’Mpa di Raffaele Lombardo (neogovernatore della Regione Sicilia), ha stravinto battendo la candidata del centrosinistra Anna Finocchiaro.

Il video, oltre a fare una panoramica della situazione, ha documentato il “mercato del voto” che è stato fatto durante questa campagna elettorale.

Il servizio non è nè una caricatura, nè propaganda, ma è lo specchio di come si fa politica nella nostra terra. Dove non conta essere stati condannati a 5 anni per favoreggiamento a singoli mafiosi o aver ridotto all’osso una sanità, dove persino i muri sono politicizzati. Conta solo fare “i favori” e mostrarsi con un bel sorriso nelle case della gente che “oggi-domani un concorso, si può sempre avere di bisogno”.

In questi giorni si da la caccia a chi ha più colpe per la disfatta del centrosinistra siciliano, noi siamo orgogliosi degli 866.044 voti raccolti da Anna Finocchiaro, 866.044 voti liberi e per il cambiamento, contro il clientelismo e contro le collusioni, per il riscatto della nostra terra per il buon governo. Si riparte da qui.

Per visualizzare il video cliccate sull’immagine oppure cliccate qui

Il trionfo di Zapatero!

José Luis Rodríguez Zapatero, ricandidato come premier per il PSOE, trionfa alle elezioni politiche Spagnole.

La dimostrazione che una Sinistra di Governo forte , che applica un programma di Sinistra forte, che vince e convince….è possibile!

Viva Zapatero!

Il Ps offre un posto a Mastella

In Spagna hanno Zapatero, in Italia abbiamo Boselli che offre a Mastella un posto come capolista del Ps, al Senato, in Campania.

La mossa, probabilmente dettata dalla disperazione per la difficile impresa di superare le soglie di sbarramento, dimostra ancor di più che il Partito Socialista in Italia non ha niente a che vedere con quello del resto d’Europa.

Per la cronaca, dicono che, al momento, Mastella abbia risposto “Why not”.

Con la Z di Zapatero!

Se non viene rieletto, lo candidiamo in Italia!