Obama avanti così!

Non mi nascondo del fatto che inizialmente ho riflettuto molto prima di dichiarare apertamente su Lefteca l’appoggio ad Obama, ma per come stanno andando le cose devo dire di essere pentito….pentito di non averlo sostenuto con più forza!

Le notizie che finora sono giunte da oltreoceano sono andate aldilà delle più rosee aspettative.

I primi provvedimenti dell’amministrazione Obama sono andati nella direzione del sociale con l’apertura all’assistenza sanitaria a tutta la popolazione coperta dall’aumento delle tasse ai redditi più alti ed aiuti ai disoccupati per contrastare la crisi economia mondiale.

Da apprezzare anche l’accelerazione del ritiro delle truppe dall’Iraq e l’apertura a Paesi finora considerati ostili come Cuba.

Grandissima la svolta in termini di ricerca ed innovazione in campo medico a cominciare dalle cellule staminali.

Tutti provvedimenti che segnano un cambio di rotta rispetto al predecessore Bush jr e mirano dritto al progresso, alla libertà e ad una speranza di un futuro migliore, non solo per la popolazione Americana, ma per tutto il Mondo.

Tutti provvedimenti che in Italia sembrano fantascienza ( vedi  uno, due, tre, quattro, etc, etc)

Berlusconi: «Obama abbronzato? Mai detto»

A quando questo capitolo del copione a cui oramai il buffone che sta alla corte di Palazza Chigi ci ha abituato?

L’ipocrisia della destra sui manifesti

Pubblico questo manifesto del Pd per sottolineare tutta l’ipocrisia degli esponenti della destra che dopo uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici esempi di manifesti  ed uno, due, tre esempi dai giornali della famiglia berlusconi, definiscono da Brigate rosse l’iniziativa del Pd.

i manifesti riportati sono solo alcuni di quelli trovati in rete, se qualcuno volesse approfondire, di sicuro ne troverà ancora molti altri

Berlusconi ridicolizza l’Italia nel Mondo: «Obama bello e abbronzato»

Dopo le corna, le seduzioni finlandesi, i casting europei, etc Berlosco non poteva certo perdere questa occasione ipermerdiatica per mettere in ridicolo l’Italia davanti a tutto il Mondo!

For foreign visitors:

All Italians are not like Berlusconi!

Obama c’è!

Se ieri nel giorno delle elezioni americani il post era intitolato Go Obama!, continuiamo oggi con l’analogia sportiva richiamando il classico urlo del telecronista alle vittorie di Valentino Rossi.

Obama c’è, Obama ce l’ha fatta, ha trionfato a valanga!

Adesso tutti si aspettano quel cambiamento che è stato il fulcro della sua campagna elettorale e dell’Obamania.

Da molti punti di vista questa elezione rappresenta un passo in avanti per tutto il Mondo, anche se da questo passo avanti l’Italia resta comunque esclusa. Non c’è infatti un altro Paese in cui il Presidente del Consiglio che fino a ieri leccava spudoratamente le natiche al guerrafondaio Bush diventi oggi grande estimatore di chi oggi rappresenta l’esatto opposto di quella politica, se poi a tutto questo si aggiungono le parole di Gasparri per cui “la vittoria di Obama farà contenta Al Qaeda“, si può capire come questo impasto di governo regga solo sul potere e le poltrone.

Ma forse anche questo fa parte dell’Obamania: salire sul carro del vincitore ed allo stesso tempo denigrarlo: YES, WE CAN!

Go Obama!

Visto che John McCain, il successore diretto delle politiche guerrafondaie di Goerge Bush, lo ha definito persino Socialista, facciamo ancora più il tifo per Barack Obama che oltre al gingatesco passo avanti dal punto di vista razziale, può rappresentare un vero cambiamento nelle politiche americane e mondiali.

La Palin mi ha convinto: scendo in campo per Obama

GEORGIA, PALIN: PRONTI ALLA GUERRA CON LA RUSSIA

La Palin mi ha proprio convinto, per quanto la politica americana non mi abbia mai entusiasmato, scendo in campo al fianco di Barack Obama