Cambiare Paese…

INTERCETTAZIONI: BERLUSCONI, SE ESCE MIA TELEFONATA CAMBIO PAESE

Forse queste non gli bastano?

Intercettazioni Berlusconi – Saccà

Telefonata Berlusconi – Sacca’ n.2

Intercettazione Tra Berlusconi e Dell’Utri SOTTOTITOLATA!!!

Che aspetta ancora?

Annunci

Berlusconi ridicolizza l’Italia nel Mondo: «Obama bello e abbronzato»

Dopo le corna, le seduzioni finlandesi, i casting europei, etc Berlosco non poteva certo perdere questa occasione ipermerdiatica per mettere in ridicolo l’Italia davanti a tutto il Mondo!

For foreign visitors:

All Italians are not like Berlusconi!

Fascisti su Arcore

Dopo l’ingresso di Alessandra Mussolini nel Pdl di Berlosco

ecco l’ultimo arrivato: Giuseppe Ciarrapico

uno che dichiara di andare con Berlosco, ma di rimanere fascista per sempre.

Intanto Truffolo ammette: “ha tanti giornali, ci serve!”

Ah!!! Quindi al fine di vincere le elezioni, possedere dei media, qualche aiutino lo da….

Lo stesso Fini critica Ciarrapico ed a braccetto con Bossi chiede il ritiro della candidatura.

“Vabbè” – controbatte Truffolo – “basta con le polemiche, Ciarrapico è uno dei tanti“.

Uno dei tanti…. che serve. Fascista o meno.

——————————————————————————

Contro ogni forma di fascismo: resistere, resistere, resistere!

Leggi ad personam ed auto-proscioglimenti

 

berlusconi falso in bilancio

Nel giorno in cui il Presidente della Repubblica Napolitano ha affidato un’incarico “esplorativo” per formare un nuovo governo che possa affrontare la questione delle riforme istituzionali ed elettorali a Franco Marini, arriva la notizia dell’assoluzione di Berlosco nel Processo denominato Sme.

La legge ad personam o vergogna sulla depenalizzazione del falso in bilancio, approvata nella passata legislatura dalla coalizione di destra capeggiata (guardacaso) proprio da Berlosco, ha raggiunto il proprio obiettivo.

Grazie alla furbata, Berlosco ha così oggi evitato di aggiungere al proprio curriculum giudiziario una ulteriore prescrizione, ed esce dal processo con un proscioglimento. “I fatti non sono più previsti dalla legge come reato” riporta infatti la sentenza emessa dal Tribunale di Milano.

Il Berlosco premier ha prosciolto, quindi, il Berlosco accusato!

Il Governo Prodi stava cercando di reintrodurre il reato di falso in bilancio, attraverso il decreto sulla sicurezza, ma grazie ai vari Mastella, Dini, Bordon, Fisichella e Turigliatto, l’Italia potrà essere consegnata nuovamente a questa gente per una nuova e, magari, peggiore stagione di leggi vergogna!

Nuova legislatura, stesso premier, nuovi processi da aggiustare?

Berlosco il tuo piano è andato in porto, farete bella coppia con il ceppalonico… elezioni subito!

 

Nel piano di Berlosco era tutto previsto. Il piano ebbe inizio con il disegno di legge n.3633 approvato il 14 dicembre 2005, la riforma della legge elettorale, successivamente denominata dal suo stesso relatore una”porcata”. Con questa legge Berlosco, che vedeva le quotazioni del CentroSinistra guidato da Prodi in forte ascesa, decise innanzitutto di limitare i danni che i 5 anni del suo Governo avevano arrecato alla sua coalizione. Come fece? Semplicissimo: il Mattarellum, la legge elettorale in vigore fino a quel momento, prevedeva dei collegi uninominali in cui si presentavano usualmente 2 liste che rappresentavano le 2 coalizioni di centrodestra e CentroSinistra , nei 2 simboli campeggiavano solitamente i nomi dei due aspiranti premier, quindi in quello della destra dal 1994 in poi, sempre quello di Berlosco. Ora, se la gente non ne poteva più di Berlosco e delle sue leggi ad personam, con il Mattarellum avrebbe votato molto probabilmente per l‘altra lista e , quindi per la coalizione di CentroSinistra. Con la nuova legge elettorale questo non succedeva più perchè i tre principali esponenti del centrodestra andavanodicendo in giro di essere in competizione tra di loro e che avrebbe fatto il premier chi avesse raccolto più voti. Niente di più falso, perchè la gente vota Udc o An per vedere Casini o Fini a Palazzo Chigi, ma si ritrova sempre e comunque Berlosco come leader-padre-padrone della destra. E questa è la prima parte del piano!

La seconda parte è molto più grave: si studia una meccanismo per il quale chi sarebbe andato al Governo, ed erano consapevoli che doveva essere il CentroSinistra, si sarebbe trovato in un situazione di instabilità e di forte ingovernabilità, ma questa non è una nostra opinione: il fatto molto strano è che è lo stesso grande stratega Calderoli ad esserne consapevole e a vantersene in televisione!

 

La mancanza delle preferenze e la nomina del Parlamento da parte delle segreterie di partito è solo una sciocchezza a confronto!

Quello che succede dopo è noto, il piano della legge elettorale funziona magari troppo bene a scapito di Prodi, che vince le elezioni con una coalizione ancora più frammentata, per via della moltiplicazione delle liste, al Senato si avvera la previsione di Calderoli e Prodi ha solo 2 Senatori di maggioranza, più i senatori a vita.

Da li in poi, per il Governo Prodi la strada è molto ardua, la campagna acquisti di Senatori iniziata con il Sen.De Gregorio è stata tentata da Berlosco nel corso di tutti questi mesi, ma i senatori del CentroSinistra sembrano incorruttibili ….. almeno fino ad una settimana fa. Settimana in cui un ciclone giudiziario si abbatte sull’Udeur di Mastella ed il Ministro di Centro invece di dimettersi per presunta scarsa moralità all’interno del suo Partito, si dimette per protesta, attacca la Magistratura e fa partire l’ennesimo ricatto, pretendendo che tutta la coalizione sostenga le sue parole di condanna nei confronti dei Magistrati.

Da lì l’uscita dalla maggioranza di Mastella, pronto a tornare come nel 1994 nelle braccia di Silvio, e l’inizio della crisi che ha visto la caduta del Governo Prodi ed il completamento del piano di Berlosco.

L’unica nota di merito della giornata va, checchè se ne dica, al Sen.Nuccio Cusumano, che eletto nel CentroSinistra, decide di andare contro le direttive del suo partito, annuncia e vota la fiducia a Prodi, si prende insulti ed addirittura uno sputo dai suoi colleghi senatori e finisce svenuto tra i banchi di Palazzo Madama. Che Mastella abbia perso il suo punto di riferimento nel nostro territorio non può che fare piacere.

E adesso??? Perchè far durare ancora la legislatura? Per arrivare ai due anni e mezzo necessari per i vitalizi dei Parlamentari?
Adesso ci vogliono elezioni subito, per vedere Berlosco alle prese con il suo Porcellum. Perchè rifare adesso la legge elettorale? Per lasciare carta bianca ad una nuova e peggiore stagione di leggi vergogna? Per limitare i danni all’Italia, meglio un Berlosco a mezzo servizio!

In Spagna ci saranno prossimamente le elezioni politiche, se Zapatero riuscisse a riconfermarsi al Governo, si potrebbe pensare di chiedere asilo politico: Viva Zapatero!