Chi ha alimentato il clima di violenza?

“Potremmo tirare fuori i fucili”

Umberto Bossi

“La Sinistra? Elite di merda, vada a morire ammazzata”

Renato Brunetta

“Voto alla sinistra? Non ci sono tutti questi coglioni”

Silvio Berlusconi

«Miseria, terrore e morte se vince la sinistra»

Silvio Berlusconi

«O il referendum o metto mano alla fondina»

Umberto Bossi

“Magistrati eversivi”

Silvio Berlusconi

“Da Spatuzza falsità, complotto giudici-sinistra-poteri”

Marcello Dell’Utri (Pdl)

“La separazione da Veronica? E’ tutta colpa della sinistra e della sua stampa”

Silvio Berlusconi

“I giudici sono il cancro della democrazia”

Silvio Berlusconi

“Clima da guerra civile i giudici vogliono farmi cadere”

Silvio Berlusconi

«Non vogliamo politici maleodoranti e malvestiti»

Silvio Berlusconi

«La suggerirò per il ruolo di kapò»

Silvio Berlusconi

«Soru? Un fallito in tutto»

Silvio Berlusconi

“Contro gli immigrati potremmo usare metodi da SS”

Lega Nord Treviso

«Santoro e Vauro? Due volgari sciacalli»

Maurizio Gasparri

E chi strumentalizza?

“L’aggressione a Berlusconi? Colpa della sinistra e dei magistrati”

Guido Podestà (Pdl)

“Quando si pretende che lo scontro politico sia tra il bene e il male, allora  questo seme di odio e di possibile vendetta può attecchire non solo nella mente di un pazzo”

Angelino Alfano

“L’amore (io n.d.a.) vince sull’odio (la Sinistra n.d.a.)

Silvio Berlusconi

«La mano di chi ha aggredito Berlusconi è stata armata da una spietata campagna di odio, condotta da un  network composto dal gruppo editoriale Repubblica-L’Espresso, dal mattinale delle procure Il Fatto, dalla trasmissione di Santoro Annozero e da quel terrorista mediatico di nome Travaglio»

Fabrizio Cicchitto

Per approfondire:  “Coglioni, kapò e mentecatti“, l’amore secondo B.


Annunci

Padania ladrona. La Lega sperpera i soldi pubblici e tiene sotto ricatto Berlusconi

400-500 milioni di euro è la cifra che il Governo avrebbe fatto risparmiare agli Italiani nel caso in cui avesse deciso di abbinare il referendum sulla legge elettorale alle elezioni Europee in programma per il 6-7 giugno prossimi.

Purtroppo la Lega nord ha paura che abbinando il referendum ad un’altra elezione si possa raggiungere il quorum e cambiare di conseguenza l’attuale legge elettorale, andando ad incidere notevolmente sia sulle strategie elettorali del partito di Bossi che sull’intero quadro politico.

Il premio di maggioranza alle liste più votate (e non alle coalizioni, come succede adesso) potrebbe ipotizzare scenari in cui una lista con il 30% dei consensi possa avere la maggioranza assoluta nelle due Camere e di conseguenza porterebbe verso un sistema bipartitico in cui i partiti medi come quello di Bossi (ma anche come l’Udc o Sinistra e Libertà) sarebbero posti davanti ad un bivio: accorparsi ai partiti maggiori (Pdl o Pd) oppure accontentarsi delle briciole.

Di fatto il referendum in questione non è di certo entusiasmante, anche perché non va a toccare ad esempio altri aspetti controversi dell’attuale legge elettorale, come l’eventuale introduzione delle preferenze, ma sei siamo in Democrazia , perchè non far decidere agli elettori se l’attuale quadro politico deve essere stravolto o meno? Se la Lega nord è così convinta che questa legge (il famoso porcellum) va lasciata così com’è, perchè ha paura dell’opinione degli Italiani e continua (a spese nostre) a fare ostruzionismo nella speranza di non raggiungere il quorum?

Di certo le dichiarazioni di Berlusconi per il quale in caso in cui si fosse abbinato il referendum alle Europee la Lega nord avrebbe fatto cadere il Governo, da un lato gli fanno lavare le mani sulle responsailità dello sperpero economico, dall’altro gli fanno ammettere che il Governo è schiavo del ricatto leghista!

Boom di Viagra al Nord, si scoprono gli altarini…

“Viagra alle stelle al Nord”

Il deputato della Lega Caparini: “L’uso del medicinale è tre volte superiore che nel Mezzogiorno

E poi si vantano….

Politica estiva

Lo so, è un pò troppo che non aggiorno il blog, ma tra sessione di esami e stagione estiva, non ho potuto fare di più.

In questo perido di cose ne sono successe, su molte ci sarebbe da approfondire, cosa che non mi è stata possibile.

C’è chi ha mollato il centrosinistra Siciliano stanco di un minoritarismo inconcludente, della serie “se non riesci a battere il tuo avversario, diventa suo alleato“.

C’è chi dopo oltre un mese dalla sua elezione non è riuscito a mettere su una giunta e si è presentato in solitaria all’insediamento.

C’è chi ha costruito un partito per unire e continua, continua a lanciare anatemi e prendere le distanze dai propri alleati.

C’è chi continua ad onorare nel migliore dei modi il proprio ruolo di Ministro della Repubblica Italiana inveendo contro l’Inno di Mameli e contro i poco ariani professori del Sud, che si permettono di andare a diffondere il proprio barbaro sapere nientedimeno che nell’arianissima padania.

E dulcis in fundo, c’è chi mentre si è messo apposto con la giustizia attraverso le ennesime leggi ad personam ( 1 e 2 ), ha trovato il tempo per risolvere la crisi della monnezza di Napoli andando di tre anni avanti nel tempo !

Taglio ICI, Lombardo (forse) si accorge della Lega Nord e ricorre contro Berlusconi

Chi si chiedeva come avrebbero fatto a coesistere gli Alleati per il Sud dell’Mpa e la Lega Nord per l’indipendenza della Padania sta avendo le prime risposte.

Dopo i tagli dell’ICI sulle prime case e la detassazione degli straordinari coperti dal Governo Berlusconi 4 con la cancellazione dei fondi per le infrastutture in Sicilia e Calabria, il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo non ci sta e ricorre alla Corte Costituzionale per recriminare il mancato invito al Consiglio dei Ministri che ha preso queste decisioni.

Vorremmo vedere se Lombardo, che nel 2006 si era addirittura presentato con una lista comune Lega Nord Padania-Mpa, abbia finalmente capito che un alleanza con la Lega di Bossi può significare solo e soltanto affondare il Sud ancora di più, accrescendo maggiormente il divario con il Nord.

Chi ancora non si è reso conto della gravità della situazione è l’ex Presidente della Provincia di Agrigento Vincenzo Fontana, promosso in Parlamento da Forza Italia, per aver avuto il merito di creare un aeroporto fantasma, di cui esiste solo un Cda pagato profumatamente con i soldi dei cittadini.

Qualcuno lo svegli!!!!

Il vergognoso raduno leghista e la Festa della Repubblica

Si è svolto come ogni anno a Pontida il raduno della Lega Nord.

Tra bandiere verdi, va pensiero ed esaltazione della purezza dei Padani si è vista anche qualche maglietta da buon Partito di Governo:

Sarebbe bello conoscere l’opinione dei post-fascisti alleati di Bossi come Fini ed Alemanno su questa vergognosissima maglietta.

Tema centrale della giornata: il federalismo fiscale ovvero ognuno decida come meglio crede di spendere i soldi in casa propria. Ma se lasciar decidere agli enti locali come spendere il proprio denaro è la soluzione a tutti i mali, allora perchè abolire (naturalmente a spese del Sud) la tassa più federalista che ci sia, ovvero quell’ICI che rappresentava per i Comuni (e quindi per gli enti LOCALI) una grande fetta delle entrate?

Senza tralasciare il fatto che Berlusconi debba ancora spiegare come farà a far convivere la riforma tanto acclamata da Bossi con la fiscalità di vantaggio di Lombardo, che è l’esatto contrario del federalismo fiscale.

Come ogni appuntamento leghista che si rispetti non poteva di certo mancare l’ormai classica minaccia di Bossi, che questa volta sembra non parlare di fucili, ma quantifica l’esercito padano in “centinaia di migliaia di uomini, forse milioni” e lancia l’ultimatum “o federalismo o l’attacco

Ma la perla della giornata spetta a Calderoli…. e come poteva essere il contrario?

Il Ministro della delegificazione del Governo Berlusconi 4 esclama: “non succeda di nuovo che una riforma approvata dal Parlamento ci venga fregata dal referendum”.

Ora il referendum è il più grande esercizio della Democrazia. E’ forse più democratico che meno di 1000 deputati nominati dalle segreterie di partito formulino una riforma oppure che tutti gli Italiani esprimano il proprio parere in merito?

Se 2+2=4 pare che la Lega sconosca la Democrazia, ma forse la paura è un’altra…la paura è che lo stesso Nord si rivolti contro l’egoismo leghista come già successo con il referendum del 2006.

Nel giorno della celebrazione della Festa della Repubblica non possiamo che gridare forte:

Viva l’Italia, unica, Repubblicana e Tricolore!

Fascisti su Arcore

Dopo l’ingresso di Alessandra Mussolini nel Pdl di Berlosco

ecco l’ultimo arrivato: Giuseppe Ciarrapico

uno che dichiara di andare con Berlosco, ma di rimanere fascista per sempre.

Intanto Truffolo ammette: “ha tanti giornali, ci serve!”

Ah!!! Quindi al fine di vincere le elezioni, possedere dei media, qualche aiutino lo da….

Lo stesso Fini critica Ciarrapico ed a braccetto con Bossi chiede il ritiro della candidatura.

“Vabbè” – controbatte Truffolo – “basta con le polemiche, Ciarrapico è uno dei tanti“.

Uno dei tanti…. che serve. Fascista o meno.

——————————————————————————

Contro ogni forma di fascismo: resistere, resistere, resistere!