Elezioni Europee 2009: un voto contro mafiosi, corrotti e mangiatori di mortadella

Pubblico questo bel post tratto da http://riberaonline.blogspot.com/

La politica italiana attuale annaspa in un grave declinio morale e criminale. Mafiosi e politici in allegra simbiosi si spartiscono fondi pubblici e posti di lavoro. Il padre di famiglia disperato per l’avvilente futuro dei propri figli vota sempre il peggiore e cioè colui che gli promette una occupazione. Professionisti e imprenditori votano chi garantisce loro appalti e incarichi. Il ricatto clientelare e l’affarismo mafioso decidono le sorti del paese. E non la qualità delle proposte governative. E’ una vergogna. Prima di scrivere sulla scheda elettorale il nome di un indagato per mafia o di un presunto corrotto, prima di mettere una croce su un partito pieno di mafiosi e affaristi, prima di scrivere il nome del mangiatore di mortadella… passatevi una mano sulla coscienza. Il futuro dei vostri figli lo possono garantire soltanto gli onesti attraverso politiche di sviluppo e di legalità. Tutto il resto è meschino opportunismo. Indegnità.

ALZATE LA TESTA ED ESPRIMETE UN VOTO LIBERO.

Vi assicuro che vi sentirete meglio.

scritto da freesud

_________________________________________________________

Mi permetto di segnalare  4 nomi di tutto rispetto (senza nulla togliere agli altri candidate di queste liste) :

Alle elezioni Europee del 6-7 giugno nella Circoscrizione Insulare (SICILIA e SARDEGNA) si possono dare fino a 3 preferenze all’interno dello stesso Partito.

per Sinistra e Libertà scrivi

Claudio FAVA e Rosario GALLO

Maggiori informazioni sui candidati:

http://www.sinistraeliberta.it/candidati/?regione=insulare

_________________________________________________________

per il Partito Democratico scrivi

Rosario CROCETTA e Rita BORSELLINO


Naturalmente non è possibile votare per 2 partiti, quindi sarà dura ma bisognerà scegliere.

Annunci

Basta qualunquismo: in Sicilia si può cambiare !

E’ di oggi la notizia degli avvisi di garanzia a due deputati regionali Siciliani dell’Udc: Antonello Antinoro (che ricopre anche la carica di Assessore Regionale ai Beni Culturali) e Nino Dina.

Entrambi gli esponenti dell’Udc sono i recordman di preferenze alle Regionali. Candidati nel collegio di Palermo, hanno  infatti ottenuto rispettivamente 28.042 e 25.292 preferenze, una marea se si considera che il primo eletto del Pd nel collegio di Palermo ne ottenne “appena” 13.450.

Antinoro risulta indagato per voto di scambio con la mafia al modico prezzo di 50€ a voto, mentre a Dina viene contestato di aver ricevuto mafiosi nella propria segreteria politica durante la scorsa campagna elettorale.

Ma essendo in Sicilia, quando succedono queste cose, si finisce sempre a discorsi come ..lo fanno tutti…avrà solidarietà sia da destra che da sinistra…etc etc.

Finiamola con il dire che sono tutti uguali, perchè è una tecnica di merda per tenerci questi che ci sono!

Io sono sicuro che gente come Rosario Crocetta, Rita Borsellino o Claudio Fava (solo per citarne 3)  non esprimeranno MAI solidarietà a personaggi come Antinoro o  Dina.

Quindi basta con il qualunquismo, se i Siciliani volessero cambiare lo potrebbero fare benissimo, abbiamo gente onesta e valida in corsa già per le imminenti Europee.

Cambiare si può, basta volerlo!

Claudio Fava nuovo coordinatore Sd per ricostruire un nuovo CentroSinistra

Claudio Fava è stato eletto Coordinatore Nazionale di Sinistra Democratica. Finalmente viene riconusciuto all’Europarlamentare Siciliano quel ruolo di prestigio che avrebbe meritato già da tempo.

Pienamente condivisibili le prime parole da coordinatore di Claudio Fava, per il quale bisogna cominciare a lavorare per ricostruire un nuovo CentroSinistra, sia quelle di Fabio Mussi, per il quale “o il Pd cambia la linea dell’autosufficienza oppure resterà orgogliosamente da solo all’opposizione”.

Da questo punto di vista fanno ben sperare sia l’augurio di Gianni Pittella del Pd, il quale auspica “una possibile cooperazione tra il Pd e le forze riformiste e progressiste, tra le quali, Sinistra democratica ed il Ps”, sia lo scambio epistolare in cui si è programmato un “incontro di lavoro” tra Veltroni e Fava, fra i quali corre un buon rapporto, sin dai tempi della corrente veltroniana nei Ds.

Finite le elezioni e realizzato/confermato che la strategia dell’isolamento del Pd è risultata suicida, auspichiamo in un nuovo percorso che sappia unire, invece che dividere e che possa portare il CentroSinistra a giocarsi quantomeno alla pari il Governo della Nazione con la destra.

Come si vota la Sinistra l’Arcobaleno

Domenica 13 e lunedì 14 Aprile
Si vota dalle 8.00 alle 22.00 di domenica e dalle 7.00 alle 15.00 di lunedì

Occorre recarsi al seggio con un documento valido (carta di identità, passaporto) e la tessera elettorale (è valida per 13 elezioni); chi non la trovasse la può richiedere all’Ufficio elettorale del proprio Comune, anche durante la giornata elettorale.
In Sicilia nella stessa giornata si svolgono sia le elezioni Politiche che Regionali. Saranno consegnate quindi 3 Schede: Assemblea Regionale Siciliana, Camera dei Deputati e (solo per chi ha compiuto 25 anni) Senato della Repubblica

ELEZIONI POLITICHE

Per dare il proprio voto a “La Sinistra l’Arcobaleno” alle elezioni Politiche è necessario segnare esclusivamente il simbolo (sia Camera che Senato), senza scrivere nessuna preferenza ( pena annullamento voto).

csicilia1_s.jpg

Fac-Simile Sicilia Senato

ELEZIONI REGIONALI SICILIA

Nel collegio di Agrigento per dare il proprio voto alla Sinistra Arcobaleno e la propria preferenza a Giovanni Caruana nella SCHEDA VERDE SI DEVE TRACCIARE UNA CROCE SUL SIMBOLO “RITA BORSELLINO – LA SINISTRA L’ARCOBALENO” E SCRIVERE IL COGNOME DEL CANDIDATO

In questo modo il voto va direttamente al candidato Presidente ANNA FINOCCHIARO.

VOTO DISGIUNTO:

SOLO PER LE ELEZIONI REGIONALI è possibile usufruire del voto disgiunto, mettendo la croce sul nome del candidato Presidente diverso da quello collegato alla lista votata.

Si può ad esempio mettere una croce sul nome FINOCCHIARO ANNA e votare il candidato deputato di una qualsiasi lista presente sulla scheda elettorale.

Con Claudio Fava

C’è una Sicilia che non si rassegna a essere terra di rapina politica, che si batte per liberarsi dalle mafie e dai loro amici, che vuol stare dalla parte dei diritti e non delle elemosine, che preferisce i porti ai ponti, che vuole dire piuttosto che obbedire. C’è una Sinistra che questa Sicilia intende rappresentarla, fino in fondo. Con la passione civile e la coerenza dimostrata in questi anni, giorno per giorno. E’ questo il voto utile che ti chiediamo: un voto che ti rappresenta e che ti appartiene. Un voto per la Sinistra l’Arcobaleno.

N.B.:Al Senato scheda gialla. Si vota barrando il simbolo, non scrivere il nome del candidato sulla scheda

www.claudiofava.it