Elezioni Europee 2009: un voto contro mafiosi, corrotti e mangiatori di mortadella

Pubblico questo bel post tratto da http://riberaonline.blogspot.com/

La politica italiana attuale annaspa in un grave declinio morale e criminale. Mafiosi e politici in allegra simbiosi si spartiscono fondi pubblici e posti di lavoro. Il padre di famiglia disperato per l’avvilente futuro dei propri figli vota sempre il peggiore e cioè colui che gli promette una occupazione. Professionisti e imprenditori votano chi garantisce loro appalti e incarichi. Il ricatto clientelare e l’affarismo mafioso decidono le sorti del paese. E non la qualità delle proposte governative. E’ una vergogna. Prima di scrivere sulla scheda elettorale il nome di un indagato per mafia o di un presunto corrotto, prima di mettere una croce su un partito pieno di mafiosi e affaristi, prima di scrivere il nome del mangiatore di mortadella… passatevi una mano sulla coscienza. Il futuro dei vostri figli lo possono garantire soltanto gli onesti attraverso politiche di sviluppo e di legalità. Tutto il resto è meschino opportunismo. Indegnità.

ALZATE LA TESTA ED ESPRIMETE UN VOTO LIBERO.

Vi assicuro che vi sentirete meglio.

scritto da freesud

_________________________________________________________

Mi permetto di segnalare  4 nomi di tutto rispetto (senza nulla togliere agli altri candidate di queste liste) :

Alle elezioni Europee del 6-7 giugno nella Circoscrizione Insulare (SICILIA e SARDEGNA) si possono dare fino a 3 preferenze all’interno dello stesso Partito.

per Sinistra e Libertà scrivi

Claudio FAVA e Rosario GALLO

Maggiori informazioni sui candidati:

http://www.sinistraeliberta.it/candidati/?regione=insulare

_________________________________________________________

per il Partito Democratico scrivi

Rosario CROCETTA e Rita BORSELLINO


Naturalmente non è possibile votare per 2 partiti, quindi sarà dura ma bisognerà scegliere.

La mappa di parentopoli

Nei giorni scorsi Repubblica ha pubblicato un articolo in cui viene dettagliata la mappa di parentopoli, ovvero un bel pò di gente sistemata dal parente di turno che siede in uno dei posti di comando in Sicilia.

Ebbene signori c’è da meravigliarsi?? Per chi conosce la situazioni siciliana NO!

Quella mappa è solo una goccia nel mare delle nomine in Sicilia, gestite in modo clientelare e che permettono poi al momento delle elezioni di andare in giro a scambiare le cambiali ed ottenere i plebisciti che sono stati visti fino al giugno scorso.

Questa è la politica del centrodestra in Sicilia e questa è la politica che vince in Sicilia!

In Sicilia si sta bene!

In Sicilia si sta bene, si sta troppo bene, anzi benissimo!… e per questo si vota destra!

Si sta talmente bene che tutti i leader del centrosinistra,grazie al proprio contributo al benessere, saranno confermati in blocco anche dopo queste elezioni Wink

Viva la Sicilia!!


Emergenza rifiuti anche a Palermo

E’ stata chiusa da qualche giorno, dai Carabinieri, la discarica di Bellolampo a Palermo. Questo provvedimento ha fatto si che diversi turni di raccolta della spazzatura dalle strade non siano stati effettuati, così anche le strade di Palermo sono piene di cumuli di monnezza.

La Sicilia è una delle Regioni Italiane in cui si soffre maggiormente l’emergenza rifiuti. Così come in Campania, anche in Sicilia abbiamo avuto un Commissario all’emergenza Rifiuti, nella persona dell’on.Totò Cuffaro, e così come in Campania, finora i risultati ottenuti sono per lo più tendenti allo zero.

C’è il rischio che le discariche Siciliane arrivino al tracollo e che la spazzatura inondi tutte le strade delle città Siciliane e non solo quelle di Palermo.

Cosa si aspetta ad affrontare seriamente il problema? Cosa si aspetta a fare una seria politica di incentivazione della raccolta differenziata??

Dovremmo subire anche noi, prima o poi, un Consiglio dei Ministri in Sicilia, con i costi che ne conseguono, per far finta di affrontare la questione rifiuti e per creare norme per la militarizzazione e l’uso della forza, non per difendere il territorio da Cosa Nostra e Camorra, bensì dai manifestanti che chiedono semplicemente un diritto alla salute, un diritto che dovrebbe essere di tutti, ma che spesso non lo è.

22 maggio 2008 ore 19:00

Via Ernesto Basile (Zona Università), Palermo

23 maggio 2008 ore 9:30

Via Ernesto Basile (Zona Università), Palermo

Con la nostra petizione “Anna restati cca” siam finiti su Repubblica!

La petizione “Anna restati cca” promossa da lefteca.wordpress.com e Suchende, continua a riscuotere un discreto successo mediatico. Dopo Agrigento Notizie, la notizia è finita sull’edizione di Palermo di Repubblica sia cartacea che online. Anche l’Espresso Local ed il giornale elettronico Normanno riprendono la notizia.

Il successo mediatico non va molto a braccetto con quello numerico delle firme, in quanto arrivano segnalazioni di problemi tecnici con il form della petizione. Dopo aver firmato accertatevi che il vostro nome compaia nella lista delle firme, se non compare ripetete la procedura da capo.

(per una migliore visualizzazione clicca sull’ immagine)