Analisi post elezioni europee

Da questa tornate di elezioni escono fuori il mancato sfondamento da parte di Berlusconi che è andato 10 punti sotto le sue  aspettative e  l’ennesima sconfitta per la Sinistra che, per l’ottusità dei dirigenti Comunisti che si sono barricati dietro la falce e martello,  non riesce per la seconda volta di fila a portare rappresentanti al Parlamento. La lista Comunista raccoglie infatti il 3,4% mentre Sinistra e Libertà il 3,1% non è difficile immaginare che evitando le divisioni si sarebbe potuto superare tranquillamente  la soglia di sbarramento del 4%.

Adesso in Sinistra e Libertà bisognerà chiedersi cosa si vuole fare da grandi. Se non si è arrivati adesso al quorum, come ci si può aspettare di farlo quando si ripresenterà la questione del voto utile?

Ferrero ha dichiarato che vuole indipendenza dal Pd che equivale a dichiarare la Sinistra Comunista un raggruppamento di lotta, ma non di Governo, le forze che compongono Sinistra e Libertà vogliono poter aspirare a Governare l’Italia oppure ci si deve accontentare di lottare ad ogni elezioni per il superamento dell’ennesimo quorum?

Personalità di tutto spessore come Claudio Fava e Nichi Vendola come pensano di mettere in pratica il potenziale di idee e valori che portano se ad ogni elezione restano fuori dalle istituzioni?

E’ ora di fare scelte coraggiose, di sedersi attorno ad un tavolo assieme al Partito Democratico ed all’Italia dei Valori e  cercare in tutti i modi quell’unità che possa permettere di battersi con questa destra razzista, xenofoba e piduista che in Italia sta facendo solo danni.

D’altronde il Partito Democratico di oggi non è quello del 2008, Franceschini ha dato una svolta ed in Sicilia mentre un anno fa si votava per gente nominata venuta dal nord e/o per i figli di… quest’anno è stata presentata una lista di tutto rispetto che ha visto venire fuori i nomi migliori che ci potessero essere: Rosario Crocetta e Rita Borsellino. Simboli di onestà, legalità ed antimafia. E’ da loro che in Sicilia si riparte.


Annunci

Elezioni Europee 2009: un voto contro mafiosi, corrotti e mangiatori di mortadella

Pubblico questo bel post tratto da http://riberaonline.blogspot.com/

La politica italiana attuale annaspa in un grave declinio morale e criminale. Mafiosi e politici in allegra simbiosi si spartiscono fondi pubblici e posti di lavoro. Il padre di famiglia disperato per l’avvilente futuro dei propri figli vota sempre il peggiore e cioè colui che gli promette una occupazione. Professionisti e imprenditori votano chi garantisce loro appalti e incarichi. Il ricatto clientelare e l’affarismo mafioso decidono le sorti del paese. E non la qualità delle proposte governative. E’ una vergogna. Prima di scrivere sulla scheda elettorale il nome di un indagato per mafia o di un presunto corrotto, prima di mettere una croce su un partito pieno di mafiosi e affaristi, prima di scrivere il nome del mangiatore di mortadella… passatevi una mano sulla coscienza. Il futuro dei vostri figli lo possono garantire soltanto gli onesti attraverso politiche di sviluppo e di legalità. Tutto il resto è meschino opportunismo. Indegnità.

ALZATE LA TESTA ED ESPRIMETE UN VOTO LIBERO.

Vi assicuro che vi sentirete meglio.

scritto da freesud

_________________________________________________________

Mi permetto di segnalare  4 nomi di tutto rispetto (senza nulla togliere agli altri candidate di queste liste) :

Alle elezioni Europee del 6-7 giugno nella Circoscrizione Insulare (SICILIA e SARDEGNA) si possono dare fino a 3 preferenze all’interno dello stesso Partito.

per Sinistra e Libertà scrivi

Claudio FAVA e Rosario GALLO

Maggiori informazioni sui candidati:

http://www.sinistraeliberta.it/candidati/?regione=insulare

_________________________________________________________

per il Partito Democratico scrivi

Rosario CROCETTA e Rita BORSELLINO


Naturalmente non è possibile votare per 2 partiti, quindi sarà dura ma bisognerà scegliere.

Basta qualunquismo: in Sicilia si può cambiare !

E’ di oggi la notizia degli avvisi di garanzia a due deputati regionali Siciliani dell’Udc: Antonello Antinoro (che ricopre anche la carica di Assessore Regionale ai Beni Culturali) e Nino Dina.

Entrambi gli esponenti dell’Udc sono i recordman di preferenze alle Regionali. Candidati nel collegio di Palermo, hanno  infatti ottenuto rispettivamente 28.042 e 25.292 preferenze, una marea se si considera che il primo eletto del Pd nel collegio di Palermo ne ottenne “appena” 13.450.

Antinoro risulta indagato per voto di scambio con la mafia al modico prezzo di 50€ a voto, mentre a Dina viene contestato di aver ricevuto mafiosi nella propria segreteria politica durante la scorsa campagna elettorale.

Ma essendo in Sicilia, quando succedono queste cose, si finisce sempre a discorsi come ..lo fanno tutti…avrà solidarietà sia da destra che da sinistra…etc etc.

Finiamola con il dire che sono tutti uguali, perchè è una tecnica di merda per tenerci questi che ci sono!

Io sono sicuro che gente come Rosario Crocetta, Rita Borsellino o Claudio Fava (solo per citarne 3)  non esprimeranno MAI solidarietà a personaggi come Antinoro o  Dina.

Quindi basta con il qualunquismo, se i Siciliani volessero cambiare lo potrebbero fare benissimo, abbiamo gente onesta e valida in corsa già per le imminenti Europee.

Cambiare si può, basta volerlo!

Appello per Rita Borsellino all’Ars

Dopo le dimissioni di Anna Finocchiaro dall’Assemblea Regionale Siciliana, la commissione verifica poteri dell’Ars ha deciso di attribuire il seggio vacante al Pd e non a Rita Borsellino – che nel cosiddetto “listino del Presidente” era inserita al secondo posto.
Tale decisione, non solo tradisce e offende la volonta’ popolare ma rischia di ledere la credibilita’ dell’assemblea stessa.

Sul sito di Un’altra storia è stato lanciato il seguente appello:

Al Signor Presidente dell’ARS

On. Francesco Cascio

e p.c. Ai Signori Capigruppo all’Ars

Il parere espresso dalla Commissione verifica poteri dell’Assemblea Regionale Siciliana, in data 21 ottobre 2008, suscita in noi sentimenti di indignazione e stupore.

Infatti, dopo che per mesi, il Parlamento Siciliano ha operato in palese difformità con il nostro Statuto, non provvedendo a sostituire l’On. Anna Finocchiaro perchè dimessasi subito dopo l’insediamento della nuova Assemblea, la decisione assunta, nella giornata di ieri dalla Commissione di merito risulta offensiva e mortificante per i tanti siciliani che, già nelle elezioni per la Presidenza della Regione del 2006 e, ancora, in occasione delle più recenti elezioni del 2008, hanno manifestato uno straordinario consenso nei confronti dell’On. Rita Borsellino.

Tale decisione, non solo tradisce e offende la volontà popolare ma rischia di ledere la credibilità della stessa Assemblea, da Lei presieduta, mortificando quello straordinario processo di partecipazione di tanti giovani, donne e uomini siciliani, che ha caratterizzato, in questi anni, l’impegno civile e politico di Rita Borsellino.

Con questo nostro appello vogliamo richiamare la Sua attenzione e la responsabilità di ogni singolo parlamentare, affinché la decisione che il Parlamento andrà a prendere, nelle prossime settimane, possa essere nel contempo autorevole, ma anche capace di rispondere alla volontà popolare così chiaramente espressa, contribuendo a far si che ogni cittadino possa tornare ad avere fiducia nelle istituzioni che lo rappresentano.

Palermo, 22 ottobre 2008

ADERITE ALL’APPELLO CLICCANDO QUI

Come si vota la Sinistra l’Arcobaleno

Domenica 13 e lunedì 14 Aprile
Si vota dalle 8.00 alle 22.00 di domenica e dalle 7.00 alle 15.00 di lunedì

Occorre recarsi al seggio con un documento valido (carta di identità, passaporto) e la tessera elettorale (è valida per 13 elezioni); chi non la trovasse la può richiedere all’Ufficio elettorale del proprio Comune, anche durante la giornata elettorale.
In Sicilia nella stessa giornata si svolgono sia le elezioni Politiche che Regionali. Saranno consegnate quindi 3 Schede: Assemblea Regionale Siciliana, Camera dei Deputati e (solo per chi ha compiuto 25 anni) Senato della Repubblica

ELEZIONI POLITICHE

Per dare il proprio voto a “La Sinistra l’Arcobaleno” alle elezioni Politiche è necessario segnare esclusivamente il simbolo (sia Camera che Senato), senza scrivere nessuna preferenza ( pena annullamento voto).

csicilia1_s.jpg

Fac-Simile Sicilia Senato

ELEZIONI REGIONALI SICILIA

Nel collegio di Agrigento per dare il proprio voto alla Sinistra Arcobaleno e la propria preferenza a Giovanni Caruana nella SCHEDA VERDE SI DEVE TRACCIARE UNA CROCE SUL SIMBOLO “RITA BORSELLINO – LA SINISTRA L’ARCOBALENO” E SCRIVERE IL COGNOME DEL CANDIDATO

In questo modo il voto va direttamente al candidato Presidente ANNA FINOCCHIARO.

VOTO DISGIUNTO:

SOLO PER LE ELEZIONI REGIONALI è possibile usufruire del voto disgiunto, mettendo la croce sul nome del candidato Presidente diverso da quello collegato alla lista votata.

Si può ad esempio mettere una croce sul nome FINOCCHIARO ANNA e votare il candidato deputato di una qualsiasi lista presente sulla scheda elettorale.

Anna Finocchiaro e Rita Borsellino a Ribera. Nenè Mangiacavallo designato Assessore Regionale alla Sanità

Giovedì sera 3 aprile arrivano a Ribera ANNA FINOCCHIARO, candidata alla Presidenza della Regione Sicilia nelle prossime elezioni regionali del 13 e 14 aprile e RITA BORSELLINO, esponente di spicco in Sicilia della Sinistra arcobaleno. L’appuntamento è per le ore 21 presso il Cine Teatro Lupo di Via Roma.

Intanto Anna Finocchiaro ha annunciato che in caso di vittoria, assessore alla Sanità sarà NENE’ MANGIACAVALLO. Un Riberese alla guida della Sanità in Sicilia potrebbe essere l’ultima speranza per le strutture ospedaliere di Ribera e di Sciacca che attraversano un grave momento di crisi.

Mangiacavallo è il secondo assessore ‘in pectore’ annunciato dalla Finocchiaro. In precedenza la candidata governatore aveva indicato in Rosario Crocetta, sindaco antimafia di Gela, il ‘suo assessore’ ai Lavori pubblici della Regione Siciliana.

Con Rita Borsellino candidata alla guida dell’Assemblea Regionale Siciliana, STA VENENDO FUORI UNA GRANDE SQUADRA!

E fu campagna elettorale

Meno di 3 settimane, questo è il tempo che manca alle elezioni del 13-14 Aprile.

Elezioni quantomeno atipiche, vista la gran voglia di tutti ( o quasi) di correre da soli.

Con l’avvento del Pd, uolter & co. hanno pensato che per poter recuperare qualche voto a berlosco sia necessario rincorrerlo sui temi a lui cari. Da qui ad esempio la candidatura di Massimo Calearo, esponente intransigente di Confindustria, colui che giustificò lo sciopero fiscale e andò di muro contro muro nel rinnovo del contratto dei metalmeccanici.

Uolter prende in prestito da Berlosco anche gli slogan, come “la destra è divisa su tutto“, cambiate destra con sinistra ed avrete la tiritera ripetuta dal cavaliere negli ultimi 10 anni.

Non si riesce a capire però come mai uomini che hanno militato fino ad un anno fa in un partito chiamato Democratici di Sinistra non credano più in una Sinistra di Governo ed abbiano impostato le alleanze facendo fuori tutto ciò che facesse riferimento ad ideologie, vedi il rifiuto dell’alleanza con Sinistra Arcobaleno e Partito Socialista e la censura del simbolo dei radicali, che si controbilanciano con il via libera all’ alleanza (con simbolo) con un partito ad personam come quello di Di Pietro, colui che affossò la commissione d’inchiesta sul G8, che manifestò in piazza contro il Governo e votò assieme alle destre contro lo scioglimento della società Stretto di Messina.

La vera sfida da cogliere in questa campagna diventa dunque la sopravvivenza della Sinistra nel panorama politico italiano.

Una Sinistra di Governo, che vince, è possibile, la dimostrazione si chiama José Luis Rodríguez Zapatero e quello che in Spagna si chiama PSOE in Italia si chiama la Sinistra l’Arcobaleno.

Sinistra vuol dire uguaglianza, giustizia sociale, ambientalismo, antimafia, diritti e valori reali. Una Sinistra in Italia è necessaria, è l’unica Sinistra è la Sinistra l’Arcobaleno.

Come dice Giovanni nella sua lettera agli elettori

LA SINISTRA –L’ARCOBALENO è impegnata nel realizzare riforme che permettano a tutti di avere sogni che si possono realizzare, ideali che si possono raggiungere. La SINISTRA sa agire nell’interesse dei lavoratori, dei giovani, delle donne, dei pensionati, dei disoccupati, dei contadini. FAI UNA SCELTA DI PARTE per la dignità e diritti nel lavoro, per la sicurezza, la lotta alla precarietà, per migliori salari, per la pace, il disarmo, per l’abolizione dei ticket sanitari ed il diritto alla salute, per una lotta efficace contro la mafia,

Fai una scelta di sinistra, sostieni alle elezioni Politiche LA SINISTRA L’ARCOBALENO ed alle elezioni Regionali in Sicilia la lista RITA BORSELLINO – LA SINISTRA L’ARCOBALENO.